martedì 30 dicembre 2014

BARI: L’ANNO CHE VERRA’… E’ GIA’ PASSATO!

Feste e movida, dopo la maxi rissa Decaro spegne la musica per Capodanno

La vigilia del Natale 2014 è stata l’ennesima manifestazione di cattivo gusto condita da episodi violenti che non vanno marginalizzati ma rappresentano probabilmente la punta dell’iceberg di una nouvelle vague criminale che potrebbe ripopolare le fila di vecchi e nuovi clan.

Corso Vittorio Emanuele, che nelle intenzioni di Gioacchino Murat doveva “aprire” a nuove vie e nuove speranze per la città nuova, è stato teatro di sovrapposizioni di rumori sparati a palla che non hanno nulla a che vedere con la Musica e prateria per un branco che è tornato a far parlare di se.

Probabilmente l’aggressione violentissima subita dal 23enne non è stata la sola, ma ciò che più sconcerta è che solo all’indomani dell’ennesimo episodio criminoso il nostro Sindaco corre ai ripari. Infatti scontata la mancata azione di coordinamento che doveva vedere il Sindaco Decaro protagonista con le altre forze dell’ordine per attuare quei servizi straordinari di presidio e controllo del territorio, spunta un’ordinanza che conferma una non più accettabile superficialità nel fronteggiare eventi straordinari e festività particolarmente attrattive per il nostro centro cittadino.

Capitolo a parte andrebbe aperto con il Corpo dei Vigili Urbani e con il suo Comando. Su questo punto il MoVimento 5 Stelle ha presentato in queste ore una interrogazione urgente per conoscere quanti ufficiali risultavano in ferie la vigilia di Natale e come il comandante Donati voleva intendere il servizio di pattugliamento.
Ricadere inoltre nei soliti errori non è più accettabile! Riproporre tavoli "straordinari" sulla sicurezza che non portano ad azioni immediate, tirar fuori dal cassetto consigli comunali monotematici (finora rimandati per approvare, bontà loro, "ben più importanti argomenti" quali debiti fuori bilancio e ricapitalizzazione dell'AMTAB), proporre manifestazioni e cortei che fanno da vetrina alla classica passerella politica condita da una solidarietà di facciata, non hanno mai portato a nulla! Basta leggere articoli di giornale e guardare filmati online degli ultimi 20 anni per comprendere che Bari è una città allo sbando da sempre e che le scelte attuate finora attuate si sono rivelate fallimentari!

La Città vuole risposte immediate e concrete: per questo il MoVimento 5 Stelle interpellerà tutte le parti coinvolte (sia a livello locale che nazionale) al fine di proporre azioni immediate che garantiscano in tempi rapidi maggiore sicurezza e rilancio del senso civico! 

I Portavoce Consiglieri Comunali del MoVimento 5 Stelle
Sabino Mangano
Francesco Colella



3 Gennaio 2015: #fuoridalleuro

Gli appuntamenti per firmare per il referendum #fuoridalleuro a #Bari continuano:

03 gennaio 2015

10:00-13:00 / 17:00-20:00 - Corso Vittorio Emanuele II, Statua cavallo


giovedì 25 dicembre 2014

27-28 Dicembre: #fuoridalleuro a Bari

Gli appuntamenti per firmare per il referendum ‪#‎fuoridalleuro‬ a ‪#‎Bari‬:
27 dicembre 2014
10:00-13:00/17:00-21:00 - Corso Vittorio Emanuele, Statua Cavallo Equestre
28 dicembre 2014

09:00-13:00/16:00-18:00 - Piazza Roma, Santo Spirito



venerdì 19 dicembre 2014

RACCOLTA FIRME #FUORIDALLEURO! PROSSIMI APPUNTAMENTI!




 

Gli appuntamenti per firmare per il referendum ‪#‎fuoridalleuro‬:

20 dicembre 2014
  • 10:00-13:00/16:00-21:00 - C.so Vittorio Emanuele, Statua Cavallo Equestre
  • 10:00-13:00/16:00-18:00 - Piazza Don Magrini, Palese 

21 dicembre 2014
  • 10:00-13:00/16:00-21:00 - Piazza Europa, Sanpaolo
  • 09:00-20:00 - P.zza Santa Maria Del Campo - Ceglie Del Campo - Bari


Vi aspettiamo!

mercoledì 17 dicembre 2014

STORIE DI ORDINARIA DIFFICOLTA' "MUNICIPALE"



Nonostante la normativa vigente enunci più volte i principi del buon andamento della Pubblica Amministrazione, nonché dell’ efficienza ed efficacia della sua azione, come disposto dall’art. 97 della Costituzione, è bene sapere che: 

1) Venerdì 19 dicembre si terrà il Consiglio del 2° Municipio e ad oggi non abbiamo ancora avuto la possibilità di accedere al testo di tutte le delibere da votare. 

2) Le fotocopie dei documenti, necessarie per assolvere alle nostre funzioni, dobbiamo farle spesso all'esterno del Municipio, per mancanza di carta, per toner esaurito o anche per guasti alla fotocopiatrice.

3) Non disponiamo di alcun tipo di materiale di cancelleria.

4) Non disponiamo di un numero di computer sufficiente per tutti i Consiglieri. Ve ne sono solo 2 per 20 Consiglieri.

 Ps. Per completezza, è giusto riferire che abbiamo fatto richiesta di materiale di cancelleria e di computer e che al momento attendiamo fiduciosi, in considerazione anche del  fatto che a partire dal 1°gennaio 2015 entrerà a pieno regime il decentramento amministrativo comunale, ma se queste si preannunciano essere le premesse….! 

Per informazioni e segnalazioni: secondomunicipio@m5sbari.it
oppure visita la nostra pagina facebook

 
Alessandra Piergiovanna Simone
Claudio Carone  
Portavoce - II Municipio


martedì 16 dicembre 2014

Sit-in Regione Puglia contro lo Sblocca Italia + Raccolta firme #FUORIDALLEURO


PARTECIPA CON NOI AI PROSSIMI APPUNTAMENTI DEL MOVIMENTO 5 STELLE!!!



1) Manifesta con noi per invitare la Regione Puglia ad impugnare lo Sblocca Italia per incostituzionalità:

19 dicembre 2014 
Orario: dalle ore 10:00
Luogo: SIT-IN Regione Puglia in Via Capruzzi con Gazebo 




2) Gazebo raccolta firme per Referendum per uscire dall'Euro:

20 dicembre 2014 - 10:00-13:00/16:00-21:00 - C.so Vittorio Emanuele, Statua Cavallo
21 dicembre 2014 - 10:00-13:00 - Piazza Europa, Sanpaolo
21 dicembre 2014 - 09:00-20:00 - P.zza Santa Maria Del Campo - Ceglie Del Campo - Bari




venerdì 12 dicembre 2014

Firma Day a Bari #FuoriDallEuro!



Il MoVimento 5 Stelle organizza a Bari 3 gazebo per la raccolta firme per depositare legge di iniziativa popolare per indire referendum per uscire dall'Euro!


I Gazebo a Bari saranno operativi dalle 9:00 alle 21:00 presso:

1) C.so Vittorio Emanuele (Statua Cavallo Equestre)
2) Via Argiro angolo Via Dante
3) Piazza Umberto (Carbonara)

Vi aspettiamo!

La legge costituzionale per indire il referendum sarà presentata agli italiani sotto forma di legge di iniziativa popolare. Per poterla depositare in Parlamento è necessario raccogliere almeno 50.000 firme in sei mesi. Una volta depositata, presumibilmente a maggio 2015, i portavoce del M5S alla Camera e al Senato si faranno carico di presentarla in Parlamento per la discussione in Aula. Approvata la legge costituzionale ad hoc che indice il referendum, considerando i tempi di passaggio tra le due Camere, a dicembre 2015 gli italiani potranno andare alle urne ed esprimere la loro volontà sull'uscita dall'euro con il referendum consultivo.

Il 14 novembre il M5S ha presentato in Cassazione il testo della legge di iniziativa popolare e in poche settimane inizieremo a raccogliere le firme per la legge di iniziativa popolare per indire il referendum. Abbiamo bisogno del maggior numero di firme possibile per non lasciar alcun alibi a questi portaordini della Merkel e della BCE capeggiati da Renzie. Gli italiani devono poter decidere se vogliono morire con l'euro in mano oppure vivere e riprendersi la propria sovranità.





giovedì 11 dicembre 2014

NOTIZIE DALLA I COMMISSIONE DEL II MUNICIPIO

Questa settimana, nell' ambito dei lavori di Commissione abbiamo affrontato il tema dell'assegnazione delle aree pubbliche destinate alle attività motorie canine
In particolare, sono state già individuate le seguenti aree: 

1) Via Jacini ang. via della Resistenza; 
2) Giardinetto di viale Einaudi ang. Via Tridente; 
3) Via Madre Teresa di Calcutta;

La Commisione si è riservata di individuarne altre in seguito.
In sostanza, i privati interessati all'affidamento delle suddette aree potranno fare richiesta al Municipio. Nell'ambito dei lavori, la sottoscritta Alessandra Simone, con proposta, ha espresso parere positivo purché tale assegnazione venisse effettuata previa avviso pubblico, in modo che tutti i cittadini interessati vi possano partecipare. 
La proposta è stata accolta da tutta la Prima Commissione, sicchè è stato verbalizzato quanto sopra. 

Vi terró aggiornati. 

Per informazioni e segnalazioni: secondomunicipio@m5sbari.it
oppure visita la nostra pagina facebook


Alessandra Piergiovanna Simone
Portavoce M5s - II Municipio

La I Commissione  si riunisce dal lunedì al giovedì alle ore 12,15 il venerdi alle 08,15.


martedì 9 dicembre 2014

PIRP SAN MARCELLO E VILLA GIUSTINIANI: Quando si uscirà dal tunnel?


Parliamo di un “tunnel tecno-burocratico” del quale ancora non si vede la fine, relativo a Villa Giustiniani, altro luogo che rientra di diritto tra i siti da recuperare nella nostra città, localizzato all'incrocio tra via Fanelli e via Omodeo, meglio conosciuta come "La casa rossa".

Come molti sapranno, la stessa rappresenta una specie di “buco nero” del quartiere San Marcello – San Pasquale, dove tra l’altro i PIRP 2007/2013, così tanto annunciati e pubblicizzati, INSPIEGABILMENTE ancora oggi non hanno avuto inizio, nonostante la grancassa mediatica. 

Si tratta di una joint venture tra pubblico e imprese private per la riqualificazione urbana e, per quanto riguarda la partecipazione economica  pubblica, la cittadinanza ha il diritto di conoscere la situazione. Ci chiediamo come questo possa essere possibile, poichè crediamo che al momento dell’aggiudicazione dell’appalto  tutte le garanzie previste siano state acquisite dal Comune rispetto alle Imprese.  

Tornando a Villa Giustiniani, poche parole solo per dire che questa condizione meriterebbe  di essere conosciuta davvero, stante la posizione della Pubblica Amministrazione nei confronti di alcuni suoi cittadini soccombenti dinanzi all’arroganza politica, tecnocratica, burocratica e amministrativa del Comune di Bari.

E’ bene ricordare che la mole di pratiche giudiziarie, causate da errori spesso evitabili da parte della P.A e che si abbattono sul malcapitato di turno, vengono pagate sempre dagli ignari cittadini attraverso le tasse (es. i numerosi debiti fuori bilancio presenti nell'ordine del giorno degli ultimi consigli comunali).

Tornando a Villa Giustiniani, questa storia (le cui origini si perdono nei primi anni ’60, nei quali gli ante causa degli attuali proprietari si sono visti espropriare praticamente tutta la zona con variazioni al volo dell’allora P.R.G., riducendo drasticamente e quasi affettando l’area di Villa Giustiniani), almeno per quanto riguarda oggi l’area e la villa, ha inizio nel 1980 con un’occupazione d’urgenza da parte del Comune per trasformare quel che era un giardino curato e una casa d’epoca in un parcheggio a raso che sarebbe finito dinanzi alla costruzione. Cosa non più attuata per il ritrovamento di un ipogeo di origini ebraico-cristiane.

Dopo oltre 6 anni il tutto è stato restituito ai proprietari in condizioni disastrate: sbancamento del terreno, abbattimento del vigneto e degli alberi da frutta, demolizione del muro di cinta perimetrale, smantellamento del cancello antico e delle colonne, lasciando il tutto alla mercè di vandali e di incivili. Ma il paradosso è che subito dopo sono iniziate a raffica le notifiche di ordinanze comunali con le quali si intimava ai proprietari di richiudere e di ripristinare lo status quo ante!

Il Comune, inoltre,  notificava a più riprese, sempre ai proprietari, l’intenzione di acquisire l’area attraverso esproprio e ogni anno puntualmente il Comune e la Circoscrizione San Marcello nel proprio bilancio consuntivo hanno sempre inserito la voce “esproprio” con le somme da erogare per quest’area. Peraltro svariati sono i progetti comunali depositati per l’uso di questo luogo.

Inspiegabilmente in tutti gli incontri tra Comune, Circoscrizione, Movimenti Cittadini, ecc., non sono stati mai coinvolti direttamente i proprietari (spesso ignari di quel che accadeva) che chiedevano semplicemente che si perfezionasse l'iter previsto da anni ovvero l’esproprio puntualmente annunciato e mai eseguito.

Ragione per la quale i proprietari mai hanno potuto fare lavori, mettere a reddito o toccare quello che il Comune riteneva e ritiene già cosa sua, rimettendoci solo innumerevoli spese per il diserbo, taglio di alberi, pulizia del solaio, perizie, cause, ed altro.

Saltando tutta una serie di avvenimenti, arriviamo al 16 SETTEMBRE 2011.

Il Comune, nella persona del suo assessore dell’epoca Giannini, i legali rappresentanti delle Imprese coinvolte nel PIRP, tecnici comunali e rappresentanti dei proprietari firmavano un accordo nel quale questi ultimi cedevano tutta l’area sulla quale insiste Villa Giustiniani al prezzo di esproprio.
Tutto ciò, come al solito, dando enorme risalto alla notizia attraverso tutti i mass media.
Peraltro gli eredi sono stati chiamati anche dal notaio di una delle imprese coinvolte per la consegna di tutti i documenti - anche in originale - per la firma del preliminare e, nonostante la consegna di  tutta l’enorme documentazione, il tutto è rimasto nel vuoto totale, senza alcun esito.

Ad oggi, infatti, dopo oltre tre anni dall’accordo, nonostante i ripetuti solleciti ufficiali dei proprietari e le promesse e rassicurazioni avvenute nella sede comunale per una rapida e positiva definizione dell’annosa questione, nulla è accaduto.

Ancora una volta il Comune ha considerato carta straccia tale accordo, contravvenuto in ogni sua parte anche dalle imprese coinvolte.

Il 9 aprile 2014 gli eredi Di Cagno-Giustiniani inoltrarono comunicato stampa a tutti i media e quotidiani locali per denunciare tale situazione, ma tranne un passaggio al Tg di Telenorba, la notizia è ha avuto come riscontro il silenzio assoluto dei media locali.

Nel frattempo la proprietà è chiamata a mettere in sicurezza la casa, a pulire ripetutamente un’area che sulla carta e secondo l’immaginario collettivo è di proprietà del Comune, per cui anche la beffa per i legittimi proprietari nel constatare che la cittadinanza ritiene che queste incombenze e spese siano sopportate dal Comune.

A questo punto ci si chiede che fine farà Villa Giustiniani e come mai i PIRP di San Marcello sono ancora bloccati e che fine faranno i soldi pubblici messi a disposizione per tali opere di riqualificazione?




lunedì 1 dicembre 2014

PARCO DON TONINO BELLO: IL CITTADINO PUO' ATTENDERE... LA POLITICA NO!






Finalmente il Parco Don Tonino Bello è stato restituito alla cittadinanza! 

La ludoteca è illuminata “a festa” e i locali sono pieni di persone desiderose di partecipare al “grande evento”…

Infatti, ieri 30 Novembre, nonostante le insormontabili difficoltà frapposte in passato dall'amministrazione alla fruizione degli spazi al coperto del suddetto Parco da parte dei residenti, in particolare di bambini e anziani, come d’incanto gli stessi spazi sono stati aperti in occasione dello svolgimento delle PRIMARIE del CENTROSINISTRA per le elezioni Regionali.

Ora sorgono alcuni dubbi: cosa è successo di nuovo per cui quegli spazi al coperto sono diventati improvvisamente fruibili? Avranno queste avuto un’autorizzazione dalle competenti autorità comunali per l’uso dei medesimi? A chi fanno carico le spese di illuminazione e di pulizia dei locali per la giornata delle PRIMARIE svoltesi fino a tarda sera (considerando il successivo scrutinio)? 

Si può ritenere, a questo punto, che tutte le associazione, anche di tipo politico, possa fruire altrettanto degli stessi locali per le proprie attività? E’ possibile, allora, che il Parco resti aperto anche in inverno oltre le 17.00, così come tanti cittadini chiedono da tempo?

Il MoVimento 5 Stelle inoltre organizza spesso attività sul territorio ed era stato messo al corrente del fatto che i locali di proprietà comunale non possono essere utilizzati per attività politiche.. Questa regola è valida dunque solo per il MoVimeno 5 Stelle?

Ci attiveremo per effettuare interrogazione al Sindaco ed alla Amministrazione Comunale e vi informeremo sull'esito delle risposte che otteremo..







venerdì 28 novembre 2014

Agorà con i portavoce al Comune e ai Municipi di Bari - 30/11/14


I portavoce del MoVimento 5 Stelle al Comune ed ai Municipi di Bari incontrano la cittadinanza domenica 30 novembre, alle ore 10:00 al Country Club (strada S.Caterina 18/G, uscita n.9 ss16) per informare la cittadinanza su quanto sta accadendo nei vari livelli istituzionali.

Sarà – dichiarano i portavoce M5S al Comune e ai Municipi – un momento di confronto, d’informazione e di condivisione con i cittadini. I baresi devono sapere che il ruolo del MoVimento in Comune e nei Municipi non è quello di ricevere una delega in bianco, ma di portare direttamente la voce dei problemi e delle proposte di tutti. Ecco perché ci attendiamo molta partecipazione – concludono – per lavorare insieme per un futuro diverso e migliore!


mercoledì 26 novembre 2014

LA FRETTA FA I MUNICIPI CIECHI

La scorsa settimana sono stati convocati due Consigli Municipali aventi i seguenti ordini del giorno:

  • Istituzione n. 2 mercatini di Natale;
  • Localizzazione progetto realizzazione skatepark e percorso ginnico con riqualificazione area; 
  • Utilizzo dei fondi per attività sociali;
  • Elezione rappresentanti Consiglio Municipio 2 in seno ai Consigli di Circolo;
Per quanto riguarda l'istituzione dei mercatini di Natale, ci siamo trovati, come già ampiamente descritto nel post precedente, a prendere atto esclusivamente della localizzazione degli stessi  poichè, nonostante l'impegno e il contributo apportato durante i lavori di Commissione, purtroppo la nostra voce non è stata ascoltata.

Riguardo all'utilizzo dei  fondi previsti per l'annualità 2014, informiamo i cittadini del II  Municipio che quest'anno sono stati stanziati 170.000 euro per l'arredo urbano e 110.929,11 euro per interventi a favore dei minori, per la sicurezza e per la prevenzione della criminalità, del disagio e della devianza. Non si tratta di grandi cifre per un Municipio che comprende due ex -Circoscrizioni ma, se opportunamente investite, potranno certamente contribuire ad abbellire il territorio, nel primo caso, ed essere di supporto ai servizi sociali nel secondo.

Durante il Consiglio molteplici sono stati gli interventi di maggioranza e minoranza. In modo particolare, si è discusso della mancanza di tempestività nel portare a conoscenza i Consiglieri della disponibilità dei suddetti fondi. Ciò non ha consentito alle Commissioni di lavorare su progetti o di proporre modifiche a quelli esistenti, non ha reso possibile la consulatzione dei cittadini, nè di prendere in considerazione le loro esigenze nè di scegliere serenamente quale intervento realizzare.

Per quanto rigurada il decoro urbano, infatti, la maggioranza ha pensato di investire i fondi in un unico progetto. Probabilmente la realizzazione di uno skatepark e di un percorso ginnico sono degli ottimi progetti, ma ci siamo chiesti come mai si sia scelto come primo intervento la realizzazione di un'area che si trova in una zona del Municipio già ben servita. Perchè non cominciare invece, dalle zone più abbandonate, dove i servizi e luoghi di aggregazione sono pochi o addirittura assenti? Forse, se avessimo saputo prima della possibilità di investire questi fondi, avremmo potuto proporre altri tipi di interventi. Di certo il non poter ancora disporre di tecnici nel Municipio rende la nostra attività difficile, ma nondimeno avremmo fatto il possibile.

Stesso discorso va fatto per l'utilizzo dei fondi per le attività sociali. Pur non essendo noi presenti nella Commissione che avrebbe dovuto lavorare in tal senso, prendiamo atto,  ancora una volta, tuttavia del pochissimo tempo a disposizione. Pertanto, di fronte all'eventualità di perdere i fondi per mancanza di progetti, i Consiglieri e gli assistenti sociali hanno dovuto proporre attività già svolte nella ex-Circoscrizione. Anche ciò ci ha fatto sorgere alcune domande, in modo particolare sull'affidamento dei progetti i quali seguiranno una procedura "d'urgenza", data l'impossibilità oggettiva di utilizzare le risorse attraverso le proceure ordinarie. Ne consegue che l'affidamento di parte dei servizi e dei lavori sarà diretto, laddove noi avremmo preferito una gara d'appalto.

L'ultimo punto discusso riguardava l'elezione di tre rappresentanti del Municipio nei Consigli di Circolo delle scuole materne comunali. Pur essendo consuetudine eleggere i rappresentanti tra i Consiglieri di maggiornaza, abbiamo chiesto a gran voce, sia in Commissione che in Consiglio, di avere la possibilità di rappresentare i cittadini che ci hanno scelto, poichè nel II Municipio rappresentiamo la terza lista più suffragata, ma questa possibilità ci è stata negata ed è stata offerta esclusivamente ai rappresentanti del PD e delle liste associate. Noi avremmo gradito, al contrario, che almeno un rappresentante su tre fosse stato della minoranza, così come è accaduto nel I Municipio dove due rappresentanti su quattro sono stati scelti proprio tra questi Consiglieri.

Per il prossimo anno ci auguriamo di essere messi nelle condizioni di lavorare serenamente sui progetti riguardanti il nostro territorio, di ricevere il supporto tecnico da parte del Comune e quindi di poter avere a disposizione del Municipio il personale e i mezzi idonei allo svolgimento delle nostre funzioni. 
Mentre, per quanto riguarda l'elezione dei rappresentanti del Consiglio Municipale, speriamo di essere ascoltati tra due anni, allorchè bisognerà rinnovare i Consigli di Circolo.

Per informazioni e segnalazioni: secondomunicipio@m5sbari.it
oppure visita la nostra pagina facebook


Alessandra Piergiovanna Simone

Claudio Carone
Portavoce M5s - II Municipio




 





lunedì 24 novembre 2014

IL MOVIMENTO 5 STELLE PROPONE, I PARTITI ASPETTANO...




Si è conclusa, con il consiglio municipale del 18 novembre, il lavoro svolto dalla mia commissione in questi mesi per l’istituzione dei mercatini di Natale nel II° Municipio.
Il consiglio ha deliberato, con i programmati ordini del giorno, l’individuazione dei luoghi, (che saranno Piazzetta De Bellis per n.2 weekend, e Via Ghandi dal 6 dicembre al 6 gennaio), e la pubblicazione del bando per aggiudicare l’organizzazione ad associazioni o enti.
Bene, fin qui sembra più o meno tutto normale: come d’abitudine il cittadino girerà per le strade del proprio Municipio nel periodo natalizio e vi troverà qualcosa simile ad un mercatino natalizio, con tanto di luci e bancarelle.
Dico più o meno perché quest’anno l’interesse della commissione, del Municipio e della giunta comunale sembrava proprio indirizzato al cambiamento, e cioè :

1) dare finalmente ai cittadini baresi una Natale anche nelle periferie, in tutti o quasi i quartieri della città, quindi anche quelli del II° Municipio.
2) revisionare le categorie merceologiche presenti nelle bancarelle in quanto troppo spesso colme di “cineserie varie” (pentole, carta igienica con loghi delle squadre di calcio, giocattoli  non certificati, ecc.) così da portare espositori con merceologie che rappresentassero la cultura ed i prodotti locali.
3) luci e spettacoli per creare l’atmosfera natalizia
Affermo questo perché in questi mesi, i sei consiglieri del II° Municipio componenti la commissione, avevano facoltà di organizzare e dare indicazioni sul progetto dei mercatini natalizi alla giunta comunale: il sottoscritto ha preso con impegno e volontà tale opportunità, spesso lavorando anche fuori dagli orari di commissione, partecipando ad eventi sul tema, ascoltando  commercianti, incontrando associazioni, confrontandomi con i cittadini ed infine anche con gli assessori preposti che ho incontrato spesso.
Quindi sotto ripropongo, quasi per intero, il mio intervento nello scorso consiglio municipale in data 18 Novembre dove comunico la mia proposta di mercatino:
In merito all’ordine del giorno, il M5S ricorda a noi tutti che i Municipi nascono con l’idea di rappresentare e far partecipare i cittadini a scelte atte a migliorare anche gli eventi che si svolgono all’interno degli stessi.
In data 18 Settembre a tal proposito il M5S proponeva un mercatino natalizio propenso ad incentivare l’artigianato locale, quello manifatturiero ed enogastronomico, scegliendo piazze di luoghi dove il commercio è stato fortemente colpiti dalla crisi..
Cosa c’è di meglio, dato il tasso crescente di disoccupazione, di puntare sull’artigianato locale e sui prodotti a km.0 così da incentivare nuovi giovani alla produzione manifatturiera ed alla enogastronomica locale? (oltre che a dare la possibilità agli artigiani esistenti di autopromuoversi, magari sarebbero poi stati richiesti in altri mercatini in giro per l’Italia, ve ne sono 400 su 600 ora disoccupati)
Avremmo inoltre potuto attirare l’interesse dei tour-operator incrementando il turismo a Bari, che come tutti gli addetti alla ricezione turistica decantano da anni, rimangono a Bari per poche ore dato che c’è poco da vedere…
In sostanza avete presente le locandine esposte nelle varie agenzie viaggio o internet che citano in tutta Italia e nelle città europee: Natale a Vienna, Natale a Londra, Verona, Salerno, Trento, Bolzano o Parigi...
Se pensiamo per esempio a Parigi immaginiamo subito la Torre Eiffel, Champs-Elysées, alla fantastiche vetrine emozionali presenti nei punti di maggior interesse...
nel suo piccolo Bari avrebbe bisogno di questo.. un immaginario collettivo su cui contare...
Il mio discorso è proseguito evidenziando oltre che le varie discrepanze organizzative, i limiti temporali dovuti alla burocrazia, le incongruenze tra le categorie merceologie poco chiare, i box da adoperare e poco ascolto delle associazioni tra le quali Confartigianato (da me invitata più volte in commissione).
Ho fatto presente anche ciò che avevo detto personalmente all’Assessore al Commercio nel giorno della sua unica visita in Municipio, ovvero quello che pensava il M5S e cioè liberare dagli oneri burocratici i partecipanti, ed ascoltarne più di uno in commissione, mostrare un
chiaro intento di cambiamento per l’evento natalizio e valorizzazione i luoghi del nostro Municipio.
Ho concluso dicendo che, indirizzandoci verso il bilancio partecipato, avremmo dovuto cercare di avvicinare e coordinare tutto ciò con i nostri cittadini e non assistere impotenti alla corsa delle associazioni verso il mercatino organizzato dal I° Municipio (le strade del centro sono più appetibili commercialmente parlando).
Inoltre in virtù dell’art.53 del regolamento istitutivo dei municipi, nonostante il tempo adoperato dalla commissione al fine di realizzare un mercatino natalizio diverso e soddisfacente, mi sono ritrovato a dover dare un semplice parere per l’individuazione dei luoghi, cosa che con fermezza ho chiesto non avvenga mai più, considerando il costo che le commissioni comportano per le tasche dei cittadini.
L’unica certezza è che quello che verrà fuori sarà un tentativo di copiare l’idea portata in commissione dal MoVimento 5 Stelle, ma si sa…  i partiti non sono capaci nemmeno di copiare le buone idee..


Claudio Carone
Portavoce al II° Municipio 


domenica 16 novembre 2014

LA SETTIMANA DELLA I COMMISSIONE DEL II MUNICIPIO

dal 3 al 14 novembre

Durante questa settimana abbiamo ricevuto una nota che ci invitava a trasmettere l'elenco degli interventi prioritari da inserire nei progetti di riqualificazione  per il miglioramento della circolazione stradale. A tal fine, abbiamo provveduto a raccogliere le segnalazioni dei cittadini ricevute in Municipio durante questi mesi, e integrato le stesse con le segnalazioni che alcuni consiglieri hanno portato in Commissione a seguito di sopralluoghi effetuati in autonomia.

Lavori Pubblici: E' stata inoltrata comunicazione ai V.V.U.U in merito alla segnalazone del 22 ottobre relativa al cancello arruginito e pericolante in via Pisacane.
Segnalazione ricevuta da residenti in Viale Unità d'Italia che lamentano la mancanza di sufficiente illuminazione in Piazzetta De Bellis. Segnalazione inoltrata dalla sottoscritta relativa alla mancata sostituzione delle lampadine nel Parco 2 giugno.
Segnalazione ricevuta dai residenti alla via Fanelli trav.222/F i quali lamentano la mancanza di illuminazione pubblica; richiesta da parte dei cittadini di rifacimento della via Paracadutisti della Folgore, la stessa è inserita nel progetto di allargamento di via Alberotanza e via Calvani, attualmente tale progetto, inserito nel piano triennale delle O.O.P.P., è un fase esecutiva. Tuttavia si provvederà a segnalare la situazione affinchè almeno le buche siano ricoperte.
Tra gli interventi urgenti da inserire nella manutenzione straordinaria che saranno realizzati con i fondi 2014, certamente ci saranno alcuni scivoli, nello specifico saranno interessate via Pavoncelli 162, via Zanardelli ang. De Amicis, via Cagnazzi da via G. Petroni a via A. De Gasperi.
Altri interventi discussi in Commissione riguardano il rifacimento dell'asfalto e dei marciapiedi di C.so Benedetto Croce da via Piave a via Adige, i marciapiedi di un lato di via Trento, i marciapiedi di via Carnia da via Laterza a via Pasubio, l'asfalto e i marciapiedi di via Meucci, i marciapiedi di un lato di via Pessina, i marciapiedi di strada Torre Tresca, alcuni marciapiedi di via Fanelli.
In via M.L. King dal civico 46 al 52 è stato richiesto il ripristino della pavimentazione.
Segnalazione di dissesto del manto stradale, causato dalle radici degli alberi, su viale Papa G. XXIII sino all'incrocio con viale O. Flacco, richiesta di rifacimento dei marciapiedi in via Palmieri tra via della Resistenza e via Pavoncelli, richiesta di ripristino dei marciapiedi di via Cozzoli e via Buccari tra via Pasubio e via Adige. Segnalazione di pavimentazione dissestata a causa delle radici degli alberi su c.so A. De Gasperi angolo via Maranelli e scivolo impraticabile.
Richiesti scivoli sui marciapiedi di via Pavoncelli civico 84/86, via Jacini angolo via Pavoncelli, via Jacini adiacente alla rampa della struttura di riabilitazione fisioterapica, via Fanelli 206/213 e nella traversa di via M. Amoruso al civico 39.
Richiesta di rifacimento dei marciapiedi e di scivoli alla via Pessina sino al civico 27 di via della Costituente.

Igiene e Ambiente: Proposta del M5s in Commissione relativa all'avvio dell'iniziativa di raccolta  dell'olio esausto da cucina presso le scuole.
Incontro con l'Amiu per lo spostamento dei raccoglitori dal civico 22 al 32 di via Capruzzi.

Verde Pubblico: Effettuata potatura degli alberi in Viale Ennio e del giardino in viale Einaudi angolo via Colaianni.

La I Commissione  si riunisce dal lunedì al giovedì alle ore 12,15 il venerdi alle 08,15.

Per informazioni e segnalazioni: secondomunicipio@m5sbari.it
oppure visita la nostra pagina facebook

Alessandra Piergiovanna Simone
Portavoce M5s - II Municipio

giovedì 13 novembre 2014

BANDO PUBBLICO!: Candidature per gli organi societari di enti e aziende partecipate del Comune di Bari. Domande entro il 22 novembre!


BANDO PUBBLICO COMUNE DI BARI!

DOMANDE ENTRO IL 22 NOVEMBRE!

È in pubblicazione , nella sezione Concorsi, il bando per l'acquisizione delle candidature per la nomina e la designazione dei rappresentanti del Comune di Bari presso enti, aziende ed istituzioni. In prossimità della scadenza del termine degli organi societari degli enti e delle società partecipate dal Comune, ai sensi dell'art. 50 d.lgs. 267/2000, il sindaco dovrà provvedere infatti al rinnovo del CdA di Amgas spa e Amgas srl, del collegio sindacale di Bari Multiservizi spa, Amgas spa e Amgas srl nonché alla nomina dei componenti la Commissione territoriale per il riconoscimento della protezione internazionale.
Potranno presentare la propria candidatura tutti i cittadini italiani in possesso dei requisiti prescritti nel bando. Alla domanda di candidatura, per espressa volontà del sindaco, dovrà essere allegata una dichiarazione relativa all'esistenza o meno di rapporti di parentela e affinità, entro il quarto grado, con gli amministratori del Comune di Bari, e /o di parentela, entro il secondo grado, con i dirigenti del Comune di Bari.
Il termine per la scadenza delle domande è fissato alle ore 14.00 del prossimo 22 novembre.
Il bando, completo di allegati, è disponibile a questo link.

Ci complimentiamo con l'amministrazione per la durata del bando di appena 10gg (emesso il 12 Novembre - termine 22 Novembre)  e chiediamo ai cittadini baresi di partecipare al bando! 

Facciamo si che non siano i soliti "amici degli amici" ad entrare di diritto in questi enti!

INONDIAMOLI DI DOMANDE!

Il Gruppo Consiliare 
del MoVimento 5 Stelle


domenica 2 novembre 2014

LA SETTIMANA DELLA I COMMISSONE DEL II MUNICIPIO

 dal 20 ottobre 2014 al 31 ottobre 2014

Durante queste due settimane abbiamo preso in carico numerose richieste e segnalazioni.

Verde Pubblico: pulizia di Via Gandhi, in particolare di sabato dopo il mercato, potatura alberi presenti all'interno dell'area compresa tra Via Toti e Via Messeni, pulizia del giardino nei pressi di Viale Kennedy tra Via C. Rosalba e Via Palach,  potatura siepi e aiuole  in Via Niceforo trav. Pansini, potatura alberi in Via Lucarelli, potatura alberi su Viale Ennio, pulizia aiuole in C.so A. De Gasperi, potatura alberi in Via V. Cuoco.

Lavori Pubblici:  marciapiedi dissestati in Via Papa Urbano VI ang. Via Palach, marciapiedi dissestati in Via G. D'Orso, ristagno d'acqua piovana  in Via G. Petroni dovuto a depressione del manto stradale e del marciapiede divenuto eccessivamente basso a causa delle numerose ripavimentazioni stradali, presenza di cancello arruginito e pericolante  in Via Pisacane ang. Via Postiglione, mattonelle sconnesse sul marciapiede in Via M.L. King tra Via C. Rosalba e Via Palach, richiesta di scivoli sul marciapiede in Via Zanardelli, marciapiedi dissestati in Via Cozzoli, dislivello pericoloso del marciapiede in C.so B. Croce 82, segnale stradale abbattuto in C.so B. Croce 76/B (successivamente eliminato) e ripristino del marciapiede, sopralluogo in Via Cagnazzi per realizzazione scivoli sul marciapiede da Via G. Petroni a C.so A. De Gasperi.

Igiene e Ambiente: richiesta di rinforzo dei raccoglitori della differenziata su Via Jacini, richiesta di spostamento dei raccoglitori della differenziata presenti in Via Capruzzi 22/24, sopralluogo in Via Labarbuta relativo al posizionamento non consono dei raccoglitori.

Traffico e Viabilità: In Via Niceforo ci segnalano il mancato rispetto del divieto d'accesso con conseguente pericolo per le auto che transitano in senso opposto. Alcuni cittadini, inoltre, lamentano l'insufficienza della temporizzazione sul colore verde del semoforo sito in Viale Kennedy ang. Viale De Laurentis.

Tutte le segnalazioni sono state inoltrate agli uffici competenti.

Abbiamo elencato le vie in cui non sono più visibili  le strisce pedonali (Via G. Petroni, Via Jacini).
E' stata effettuata la pulizia del giardino "Villa Camomilla" e la pulizia delle aree verdi adiacenti via Gandhi.

Vi comunico che dopo numerose segnalazioni da parte della sottoscritta e non solo, nel parco "Don Tonino Bello" sono state ripristinate le fontanelle e i servizi igienici che erano stati oggetto di atti di vandalismo, è stato inoltre riparato l'impianto di irrigazione che causava da mesi ristagno di acqua in un'aiuola, provocando la proliferazione di zanzare e spreco di acqua pubblica. Speriamo che anche le altre richieste dei cittadini, come ad esempio la possibilità di usufruire dei locali presenti nel parco possano essere presto soddisfatte.

Per quanto riguarda la Commissione Decentramento, stiamo prendendo in esame gli articoli del Regolamento sul decentramento amministrativo istitutivo dei Municipi e cercando di sviluppare proposte e di individuare criticità. Da parte della maggioranza dei Consiglieri presenti in Commissione è emersa la necessità di prolungare la durata della Commissione Speciale, ai sensi dell' art. 34 (che attualmente è pari a tre mesi e non è prorogabile), sino a sei mesi con la possibilità di proroga per altri tre. A questa proposta noi ci siamo opposti e abbiamo a nostra volta proposto di non variare la durata della Commissione Speciale, che al massimo può essere prorogata per altri tre mesi previa relazione che ne giustifichi la necessità. Abbiamo inoltre proposto che il gettone di presenza ai Consiglieri sia dovuto solo se si è presenti in Commissione per un tempo pari ad almeno tre quarti della durata della seduta (art.29).

La I Commissione  si riunisce dal lunedì al giovedì alle ore 12,15 il venerdi alle 08,15.

Per informazioni e segnalazioni: secondomunicipio@m5sbari.it
oppure visita la nostra pagina facebook

Alessandra Piergiovanna Simone
Portavoce M5s - II Municipio






 











giovedì 30 ottobre 2014

INTERROGAZIONE DEL M5S SU SITUAZIONE INSEGNANTI PRECARI DI SOSTEGNO


Giuseppe Brescia e Diego De Lorenzis (Portavoci M5S Camera dei Deputati), in data 20/10/2014, hanno presentato al Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, una interrogazione sulla situazione indecente degli insegnanti precari di sostegno della scuola superiore della Provincia di Bari.

La legge 244 del 2007, articolo 413, indica come rapporto medio nazionale da non superare quello di una cattedra ogni due alunni disabili. Detto e premesso ciò, l'ufficio scolastico provinciale di Bari, pubblicava in data 10 settembre 2014 le disponibilità dei docenti delle aree AD02 e AD03.

Da queste disponibilità, si evinceva, dati alla mano, che le iscrizioni degli alunni con disabilità , erano aumentate da 1838(anno 13/14) a 1952(anno14/15) e le cattedre ridotte da 983 a 818 cioè 170 in meno.

Di fronte alla richiesta di chiarimenti dei docenti precari all'Ufficio scolastico Provinciale, sono state addotte giustificazioni poco credibili del tipo che non sarebbero state inviate nei tempi previsti le domande (29 luglio), oppure che la Pec del provveditorato era intasata, che i documenti nelle scuole sono stati inviati in formato Word e non in PDF come richiesto; in risposta a tutto ciò le scuole interessate hanno dichiarato che hanno mandato tutti i documenti nei tempi e nei modi giusti. Anche i sindacati non hanno sostenuto adeguatamente i docenti nella ricerca della verità e nella difesa dei loro diritti. 

Fatto sta che alla metà di ottobre la situazione nelle scuole secondarie di II grado della Provincia di Bari si presenta in questo modo:

a) studenti diversamente abili senza sostegno
b) famiglie di studenti diversamente abili gravemente danneggiate da questa situazione
c) scuole in difficoltà per la gestione degli alunni in asenza di insegnenti di sostegno
d) docenti di ruolo e non che tamponano queste situazioni
e) docenti precari ancora senza incarico
f) docenti precari che sono stati costretti a scegliere sedi disagiate 
g) l'ufficio scolastico provinciale di Bari rinvia
per ben due volte la pubblicazione del calendario della seconda convocazione per il sostegno
h) in data 16 ottobre vengono pubblicate le convocazioni ma ancora non si conoscono le disponibilità.

L’interrogazione del M5S vuole fare chiarezza su questa situazione; “secondo l'interrogante sono stati calpestati i diritti di precari, disabili, famiglie, scuole, in quanto fino alla prossima convocazione il rapporto richiesto dalla legge di 1 a 2 è abbondantemente disatteso; gli alunni disabili non avranno più l'insegnante che li aveva precedentemente seguiti, le famiglie saranno costrette molto probabilmente a non mandare a scuola i propri figli per l'assenza del docente di sostegno, le scuole si troveranno sotto organico e in una situazione di emergenza; i precari, i cui diritti sono stati ad avviso dell'interrogante vergognosamente calpestati sono costretti a subire ancora una volta le conseguenze di un sistema che non riesce a dare spiegazioni esaustive e verificabili” e per questo il M5S chiede al Ministero preposto “se intenda fornire chiarimenti documentati,… tutto questo per scongiurare l'ipotesi di tagli all'organico di diritto o all'organico di fatto, errori dei funzionari o altre eventuali gravi mancanze di responsabilità dell'ufficio scolastico”.

I Portavoce del MoVimento 5 Stelle



Il M5S esprime solidarietà al titolare dell'attività vittima dell'attentato incendiario



Il vile e violento atto subito dal titolare del ristorante sito in Corso Sonnino ripropone il tema del controllo del territorio della città. All'incendio, probabilmente di natura estorsiva, dovranno seguire azioni, da parte di tutte le istituzioni, di contrasto e lotta alla criminalità volte ad affermare la forza dello Stato e la cultura della legalità.

Il M5S esprime solidarietà al titolare dell'attività ed alla sua famiglia e chiederà, con un ordine del giorno, una seduta monotematica aperta affinché la comunità barese si esprima e si organizzi per respingere ogni tentativo di saccheggio della proprietà privata in modo da garantire alle imprese di questa città più sicurezza e vicinanza.

Riteniamo inoltre che il Comune debba prendere una forte posizione contro ciò che è avvenuto, sarebbe apprezzabile che si preannunciasse sin da ora la chiara intenzione dell'Amministrazione di costituirsi parte civile contro gli autori del vile gesto.

Forza Marcello!

I Portavoce al Comune ed ai Municipi 
e gli Attivisti del MoVimento 5 Stelle


giovedì 23 ottobre 2014

Novità dal Quarto, cambio della guardia.



Ieri sera si è tenuto il Consiglio del IV Municipio presso la sede di Via Calatafimi a Carbonara con all' ordine del giorno:
- approvazione dei verbali delle sedute precedenti;
- comunicazioni;
- Richiesta di attivazione per le procedure di acquisizione di parte dell'Istituto "Calamandrei" da utilizzare quale sede del IV Municipio e del "Diaz" per la Delegazione di Anagrafe di Carbonara;
- Dimissioni del Consigliere De Giglio Nicola. Presa d'atto e Surroga con il primo dei non eletti della Lista N. 26 "MOVIMENTO CINQUE STELLE" Vito Saliano.

I verbali sono stati approvati all'unanimità.

Nelle comunicazioni abbiamo presentato una segnalazione urgente, oltre che al Consiglio, all'attenzione del Presidente e al Sindaco, per la questione dei problemi di accessibilità per i portatori di handicap in un ufficio pubblico a Carbonara.
Tra le varie altre comunicazioni, c'è da appuntare la manifestazione del 4 novembre pv organizzata dall'Associazione Le Tre Torri di Ceglie del Campo per la commemorazione dei caduti di tutte le guerre e quella del consigliere Andriulo in merito all'episodio violento verificatosi a Carbonara poche ore addietro nella piazza Umberto, dove un uomo è stato barbaramente picchiato per futili motivi.

Sono stati posti numerosi nuovi ordini del giorno e tra quelli portati a discussione si menziona quello del consigliere Quaranta N. in merito all'esposizione temporanea di uno striscione per esprimere (in breve) solidarietà ai due Marò del Battaglione San Marco Girone e Latorre.
A votazione l'odg è passato con 5 voti favorevoli, 4 contrari e 1 astenuto.

Per ciò che attiene al terzo punto dell'odg, c'è stata un'ampia discussione, anche accesa, dove sono emerse posizioni precise in merito all'utilizzo di parte della struttura dell'Istituto Calamandrei come sede del IV Municipio e di alcuni locali del Diaz. Da una parte la quasi totalità della maggioranza che preme per un passaggio piuttosto veloce, si vuol lasciare le sedi in affitto (tra le varie tesi), e dall'altra la sottolineatura di alcune questioni legate alle condizioni del Diaz che richiederebbero lavori importanti e al futuro del Calamandrei dove si convivrebbe con spazi non ben identificati che potrebbero inficiare lo sviluppo di nuovi corsi posti in essere quest'anno (2 sezioni dell'indirizzo alberghiero). Con 7 voti a favore e 4 contrari (M5S e FI) si è chiusa la questione.

A fine serata si è giunti alla presa d'atto delle dimissioni del consigliere portavoce Nicola De Giglio, che lascia l'incarico per motivi strettamente personali, e quindi alla relativa surroga con Vito Saliano.

Il Consiglio si è chiuso alle 21.00


Buon Lavoro Vito, siamo tutti con te!


Nicola De Giglio
MeetUp Bari5stelle


mercoledì 22 ottobre 2014

NESSUNO DEVE RIMANERE INDIETRO

Tante volte il Movimento 5 Stelle ha ricordato che l'azione amministrativa deve svolgersi con efficacia, efficienza ed economicità....trattasi del Buon Andamento della Pubblica Amministrazione, principio costituzionalizzato.

Sta di fatto che, puntualmente, riscontriamo che tale principio non è del tutto applicato.
Ce ne siamo accorti anche stamattina, quando ci siamo recati presso il mercato si Santa Scolastica, al fine di valutare le condizioni in cui versano i rivenditori.

Tutti lamentano l' abbandono da parte del Comune nel soddisfare i loro diritti; Comune che invece è sempre puntuale nel richiedere i canoni di locazione.

I commercianti pagano un canone mensile di circa  € 360,00!

Cifra a dir poco esagerata ove si consideri che, a dire dei commercianti:
1) Le canaline di scorrimento non vengono pulite;
2) quando piove si allagano i locali e molto spesso i venditori sono costretti a dismettere la merce;

Chiaro che la situazione, così come prospettata, configura un'eccessiva onerosità da parte del Comune.
I rivenditori del pesce lamentano invece il servizio di raccolta dei rifiuti.
Essi conferiscono i materiali di scarto ad una ditta che, sempre a loro dire, provvede al ritiro del tutto alle ore 12,30.
Cosa succede nelle ore successive?
Devono formare altro rifiuto che poi viene versato insieme agli altri.I commercianti chiedono alla ditta (che costa € 25,00 al mese, oltre ai bollettini TARI) il ritiro dei rifiuti alle ore 14,30.

Univoco è il coro sui parcheggi.
Al mercato di Santa Scolastica c'è grave difficoltà nel reperire posti auto.

Dunque, già in sede di commissione di domani 22/10/2014, io sottoscritto Claudio Carone chiederò: 1) la revisione dei canoni, proponendo la discussione per una somma più equa; 
2) maggiore manutenzione; 
3) la chiusura del mercato durante le ore notturne.
In merito al parcheggio, valuteremo la possibilità di destinare a parcheggio l'aria adiacente il mercato, previa visura catastale.

NESSUNO DEVE RIMANERE INDIETRO
Claudio Carone

Movimento 5 Stelle II Municipio.


sabato 18 ottobre 2014

LA SETTIMANA DELLA I COMMISSONE DEL II MUNICIPIO

Questa settimana abbiamo analizzato le seguenti criticità presenti nel II Municipio:
  • Presenza di fogliame e vegetazione spontanea su Via Amendola;
  • Presenza di fogliame e vegetazione spontanea su Via T. D'Aquino;
  • Presenza di rami sporgenti e pericolosi su Via Lucarelli;
  • Spostamento raccoglitori rifiuti in Via Dei Mille;
  • Rifacimento pavimentazione stradale su Via Papa Urbano VI;
  • Potatura alberi in Via G. Petroni.
Lunedì, a seguito di una nostra esplicita richiesta, abbiamo ricevuto il Comandante dei Vigili Urbani al quale abbiamo segnalato le zone maggiormente interessate dal fenomeno delle deiezioni canine e dal conferimento selvaggio dei rifiuti, in particolare di quelli ingombranti, oltre ad aver richiesto maggiore presenza sul territorio, con particolare riferimento al "Quartierino" dove si sono verificati spiacevoli episodi di delinquenza e degrado.

 In Commissione ho illustrato la situazione del Parco "Don Tonino Bello" a seguito del sopralluogo effettuato nei giorni scorsi, nella speranza che l'Amministrazione provveda quanto prima a risanare i luoghi e ad ascoltare le esigenze dei cittadini che frequantano il giardino.

Purtroppo, a seguito di una richiesta urgente da parte di alcuni cittadini relativa all'installazone di segnaletica verticale e di archetto parapedonale stradale in prossimità della scala di Via Lucera, dobbiamo segnalare che i lavori non risultano essere rispondenti alle richieste inviate.

Abbiamo ricevuto l'elenco delle strade interessate da manutenzione straordinaria (marciapiedi/asfalto). I lavori partiranno tra febbraio e marzo 2015. Vi allego l'elenco:

  • Via Lucarelli (da Camillo Rosalba a De Laurentis) spartitraffico;
  • Viale O. Flacco (tra P.zza G. Cesare e ingresso policlinico);
  • Viale O. Flacco (tra via Papa Giovanni XIII e Calvani);
  • Via Bartolo (scuola elementare) marciapiede/asfalto;
  • Via Papa Benedetto XIII (tra Saverio Lioce e Niceforo);
  • Via G. Petroni (Tra Lembo e n.39/D);
  • Via Alfaraniti;
  • Via Pasubio (tra via G. Petroni e C.so B. Croce);
  • Via Toma;
  • Via Re David (da via Toma a via Postiglione);
  • C.so A. De Gasperi;

Il MoVimento 5 Stelle domenica 19 Ottobre, dalle 10.00 alle 13.00, sarà presente con un gazebo informativo presso l'ingresso del Parco 2 Giugno (Viale della Resistenza). Vi aspettiamo!
  
La I Commissione  si riunisce dal lunedì al giovedì alle ore 12,15 il venerdi alle 08,15.

Per informazioni e segnalazioni: secondomunicipio@m5sbari.it
oppure visita la nostra pagina facebook

Alessandra Piergiovanna Simone
Portavoce M5s - II Municipio